Miklós Nyiszli


Tra le testimonianze scritte circa le atrocità commesse dai nazisti ad Auschwitz-Birkenau, quella di Miklós Nyiszli, medico ebreo-ungherese, sono le meno conosciute dai lettori italiani.

Miklós Nyiszli fu uno degi prigionieri (registrato e tatuato con numero di matricola A 8450) che maggiormente conobbe i segreti sulla liquidazione di massa degli ebrei nelle camere a gas perchè fu il medico degli uomini del Sonderkommando Auschwitz, assistente del dr Mengele e testimone diretto degli assassinii di massa pepretati quotidianamente.

Miklós pubblicò le sue memorie per la prima volta nel 1946, in Ungheria e fu uno dei testimoni al Processo di Norimberga, contro i dirigenti della IG Farbenindustruie, nel 1947. Il suo memoriale fu pubblicato in Italia per la prima volta nel 1962, poi nel 1976, 1980 ed ancora una volta 1985; oggi Augusto Fonseca ripercorre la versione originale, tradotta dalla lingua ungherese in polacco, arricchendola di ulteriori informazioni e verifiche.

Sicuramente questo “monumentum” potrebbe essere presente nelle biblioteche scolastiche e non, per diffondere il messaggio di rifiuto a qualsiasi violenza e di amore per la pace e negazione di ogni discriminazione.

Sono stato l’Assistente del dr Mengele

mengele (disponibile presso le librerie del Museo di Auschwitz-Birkenau)